Skip to content

Un'avventura da vivere nella Vesubie

Couleur Canyon vi propone Bagnolar, a nostro parere uno dei canyon più selvaggi e spettacolari  della regione. Una discesa sportiva da guadagnarsi con una lunga e bella camminata di avvicinamento.

I vostri sforzi saranno ripagati dalla bellezza dei paesaggi e dall’avventura vissuta. Un’esperienza riservata ai più sportivi.

Il sentiero di avvicinamento parte direttamente dal parcheggio attraverso un bel castagneto sino al Riou du Figaret.  Da qui un ripido sentiero sale sino agli alpeggi di Barmes a 1032 metri. Ci troviamo adesso al punto di partenza .

La discesa comincia con una mezz’ora di cammino lungo il letto del fiume, attraverso piccole cascate e vasche. Dopo di che la gola si chiude e troviamo i primi ostacoli interessanti:  tuffi sino ad otto metri un toboga bello potente ed alcune discese su corda. Il ritmo resta sostenuto fino alla parte centrale del percorso, qui il vallone si apre ed il sole ci riscalda. Un posto ideale per una pausa.

La seconda parte è sicuramente la più spettacolare. Un ambiente severo ed impressionante che nasconde alcuni ostacoli spettacolari come la grande calata di venticinque metri in un gorgo oscuro. Un’ultima calata ci deposita alla confluenza con il  Riou du Figaret, che segna la fine del percorso. Risalendo il bosco qualche centinaio di metri incrociamo il sentiero dell’andata ed in una mezz’ora torniamo al parcheggio.

 

Se questa giornata vi è piaciuta vi proponiamo allora il canyon di Carleva, nella valle della Roya! 

Caratteristiche

  • Livello: estremo
  • Durata dell'attività: 5h00
  • Durata totale: 7h00
  • Accesso: 1h30
  • Ritorno: 30 minuti
  • A partire da: 16 anni
  • Tuffo obbligatorio: 3 metri
  • Calata obbligatoria: 25 metri
80 € a persona
Play Video

Informations complémentaires

Informazioni generali

Il canyon di Bagnolar si trova nella valle della Vesubie, poco prima di arrivare nel pittoresco villaggio di Lantosque. Il fiume è nascosto  in una valle selvaggia, pochissimo abitata dove i vecchi castagneti incontrano alte falesie calcaree. Un chilometro e mezzo di discesa in un ambiente sorprendente. Da Nizza è necessario contare un’ora di strada, dal Verdon invece sono necessarie quasi due ore di macchina. Ne vale assolutamente la pena!!

Caratteristiche verticali

La prima ½ ora di discesa si svolge in piano, se si escludono alcune piccole cascatelle particolarmente scivolose. Nelle due zone incassate sono concentrati tutti i trecento metri di dislivello. L’accesso ad alcune calate necessita l’installazione di mancorrenti. Alcune calate su corda sono impressionanti. I tuffi sono tecnici e domandano precisione ed attenzione.

Caratteristiche acquatiche

Un canyon  raramente in condizione, che spesso soffre la mancanza d’acqua e praticabile quasi esclusivamente a primavera. Questo percorso dalla portata modesta è un’ottima alternativa alla vicina Bollene quando quest’ultima è in piena. Le zone di nuoto sono brevi e facilitate da un’acqua calma e chiara. La discesa si svolge per gran parte in ombra e la temperatura dell’acqua supera raramente i 15°. La sensazione di freddo che proviamo ad inizio percorso scompare progressivamente lungo la discesa.

“Engagement”

Uno tra i canyon più selvaggi ed isolati tra i percorsi proposti. Qui è molto raro incontrare altri gruppi. Visto il lungo avvicinamento, l’isolamento del percorso, la progressione non semplice all’interno del canyon e le numerose cascate presenti noi abbiamo la tendenza a considerare questo come un canyon “estremo”. Per questo vi domandiamo un’ottima condizione fisica ed un’esperienza precedente di discesa su corda. Non vi dimenticherete di Bagnolar. 

Prenota adesso

Information Covid-19

Reprise de nos activités au 7 juillet 2020


En raison du contexte sanitaire, des mesures imposées par le gouvernement et en accord avec notre syndicat (SNAPEC) nous avons décidé de ne pas proposer de sorties pendant le mois de juin. La distanciation physique et les conditions d’hygiène imposées actuellement nous apparaissent incompatibles avec notre vision de la profession. La proximité avec nos pratiquants durant l’encadrement est une nécessité pour nous. C’est un gage de sécurité et de pédagogie ! De plus, les produits virucides recommandés pour désinfecter le matériel sont très nocifs pour les rivières et la faune qui y vit, nous ne voulons pas y avoir recours. 
Toute l’équipe se prépare pour vous accueillir dès le mois de juillet, lorsque de meilleurs conditions seront réunies pour partager des bons moments ensemble. En attendant nous restons à votre disposition pour prendre vos réservations et répondre à toutes vos questions.

A bientôt. Franck et Marco